close
giu 29, 2017
giu 29, 2017

Con che frequenza devi battere le quote di chiusura per avere un profitto?

Con che frequenza devi battere le quote di chiusura per essere un vincitore?

L'importanza dell'andamento delle quote

La reazione tra l'andamento delle quote e il valore previsto

Con che frequenza devi battere le quote di chiusura per avere un profitto?

È un'idea sbagliata comune quella secondo la quale le scommesse si basino solamente sui risultati. La chiave per piazzare scommesse di successo sta nel trovare valore nel mercato e battere in maniera consistente le quote di chiusura. Ma con che frequenza devi battere le quote di chiusura prima di poterti aspettare un profitto? Scoprilo continuando a leggere.

In un precedente articolo in cui si è analizzata l'importanza di battere le quote di chiusura, abbiamo imparato come le quote alla chiusura del mercato, in media, forniscano una valutazione più accurata (o efficiente) delle probabilità del risultato. Ad esempio, quando le quote di chiusura di Pinnacle sono 2,00 le probabilità implicite del risultato saranno del 50% (meno il margine imposto).

È dimostrato che la relazione tra le quote giocate da uno scommettitore e le quote di chiusura di Pinnacle fornisce una misura molto affidabile dell'aspettativa di profitto. Se uno scommettitore riesce a giocare una quota di 2,20 e il mercato di Pinnacle chiude a 2,00 l'aspettativa di profitto sarà data dal rapporto 2,20/2,00=1,1 o 10% (meno il margine di Pinnacle).

L'importanza dell'andamento delle quote

Tenendo in considerazionela variabilità casuale intrinseca nel pronosticare i mercati sportivi, nessuno scommettitore sarà in grado di battere sempre le quote di chiusura. Non importa quanto siano positive le proprie previsioni, l'influenza di cambi nella formazione all'ultimo minuto e altre notizie imprevedibili che riguardano in maniera casuale un mercato di scommessa, faranno in modo che il valore previsto possa facilmente diventare negativo.

È dimostrato che la relazione tra le quote giocate da uno scommettitore e le quote di chiusura di Pinnacle fornisce una misura molto affidabile dell'aspettativa di profitto.

Presupponendo che uno scommettitore scelga in maniera casuale le squadre sulle quali scommettere e che l'andamento delle quote sia mediamente casuale, è ragionevole aspettarsi che riesca a battere le quote di chiusura nel 50% dei casi. In realtà, analizzando i dati di 132.645 partite di calcio (e 397.935 potenziali risultati nel mercato di scommessa 1/X/2) come ho fatto nel mio articolo precedente riguardo a questo argomento, troviamo una distribuzione piuttosto casuale o normale degli andamenti delle quote di apertura e di chiusura di Pinnacle (definita dal rapporto delle quote di apertura e chiusura meno 1) con il 45% superiore allo zero (la seguente distribuzione in rosso).

La ragione per cui la percentuale è leggermente sotto la metà è che il margine di chiusura di Pinnacle solitamente è un po' inferiore rispetto a quello d'apertura. Quindi quando l'andamento netto del mercato è zero tra la quota d'apertura e quella di chiusura, la quota di chiusura sarà leggermente più alta rispetto a quella di apertura.

1-closing-inarticle.jpg

Una volta che è stato rimosso dalle quote di chiusura il margine di Pinnacle possiamo notare quanto sia più difficile per le quote d'apertura battere una quota di chiusura senza margine (la distribuzione blu nel grafico seguente). Ad esempio, una quota d'apertura di 5,00 si abbassa a 4,90 con un'aspettativa di profitto apparente del 2% (5,00/4,90) in realtà in questo caso non c'è un'aspettativa di profitto.

È importante notare che nell'esempio che abbiamo visto il prezzo senza margine è probabilmente di 5,05 una volta che è stata considerata la distorsione favorito/sfavorito, superiore alla quota d'apertura.

In realtà, secondo il nostro campione di partite di calcio solamente il 29,6% delle quote d'apertura era più alta rispetto alla quota di chiusura senza margine. Di conseguenza, se il nostro scommettitore stesse scommettendo in maniera casuale non sarebbe in grado di batterle in più dei due terzi delle occasioni. In questo campione di partite l'aspettativa di profitto da puntate con giocata fissa sarebbe del -3,5%.

Andamento delle quote e valore previsto

Il grafico seguente mostra la percentuale di scommesse nel nostro campione di quote per le partite di calcio che superano una specifica aspettativa di profitto. La linea rossa mostra l'aspettativa di profitto implicito calcolata utilizzando il reale andamento delle quote di apertura e quelle di chiusura. La linea blu mostra l'aspettativa implicita basandosi sull'andamento relativo alle quote di chiusura senza il margine imposto da Pinnacle.

In realtà, quella a cui siamo interessati è la linea blu poiché riguarda il profitto reale che ci si può aspettare di ottenere se fossimo in grado di battere le quote di chiusura senza margine con una frequenza maggiore di quella dovuta alla casualità.

2-closing-inarticle.jpg

La tabella mostra che, in teoria, esiste una quantità relativamente bassa di opportunità per ottenere un valore previsto significativo secondo questo modello di movimenti delle quote. Nel nostro campione solamente il 6,5% delle quote d'apertura contiene più del 10% di aspettativa di profitto implicito e una percentuale inferiore al 2% ha più del 20% di valore.

Non c'è da stupirsi che, per mostrare un'aspettativa positiva, abbiamo bisogno di battere la quota di chiusura senza margini almeno il 50% delle volte.

L'eccessiva sicurezza in séche hanno molti scommettitori potrebbe spingerli a pensare che siano sempre in grado di trovare questo valore evitando le quote che non ne hanno, ma ribadendo l'argomento che abbiamo già trattato, la varianza e le incognite sono troppo alte nelle previsioni sul calcio perché possa essere credibile. Ci vuole molto impegno per trovare costantemente abbastanza valore in modo da essere dei vincitori come spiegato in precedenza da Pinnacle con il Principio di Pareto.

Con che frequenza devi battere le quote di chiusura per essere un vincitore?

Allora, con che frequenza dobbiamo battere le quote di chiusura per avere la possibilità di avere un'aspettativa positiva? Raccogliendo in maniera casuale i campioni degli andamenti di 20 quote di apertura e di chiusura e calcolando le loro aspettative di profitto medio è stato creato il grafico seguente che ci offre delle indicazioni.

3-closing-inarticle.jpg

In realtà dobbiamo battere le quote di chiusura pubblicate almeno tre quarti delle volte prima di avere un'aspettativa ragionevole di diventare dei vincitori. Se siamo riusciti a scommettere con tutte le quote d'apertura che battono quelle di chiusura in questo campione, evitando le restanti, la nostra aspettativa teorica sarebbe solamente del +4%.

Dobbiamo ricordare a noi stessi che battere le quote di chiusura con margine non implica il fatto che batteremo le quote di chiusura senza margini come è reso chiaro dai grafici precedenti. In realtà in questo campione non saremmo comunque riusciti a battere le quote di chiusura senza margine nel 34% dei casi nonostante un record perfetto contro le quote di chiusura con margine.

Non c'è da stupirsi che, per mostrare un'aspettativa positiva, abbiamo bisogno di battere la quota di chiusura senza margini almeno il 50% delle volte. La seguente tabella mette a confronto la proporzione delle occasioni in cui potremmo battere le quote di chiusura con margine con la proporzione delle occasioni in cui batteremo quelle in cui abbiamo tolto il margine.

Quota d'apertura batte quota di chiusura con margine contro Quota d'apertura batte quota di chiusura senza margine

Quota d'apertura batte quota di chiusura con margine

 Quota d'apertura batte quota di chiusura senza margine

45%

29,6%

50%

32,9%

55%

36,1%

60%

39,4%

65%

42,7%

70%

46,0%

75%

49,3%

80%

52,6%

85%

55,9%

90%

59,2%

95%

62,4%

100%

65,7%

Cosa significa questo per le aspettative di scommessa?

Naturalmente, questa analisi che mette in relazione la probabilità di battere le quote di chiusura e il valore dell'aspettativa di profitto dello scommettitore è teorica. Non si basa su alcun risultato, è un'aspettativa puramente media e l'ipotesi credibile che gli andamenti di una quota offrono un metodo accurato di previsione del profitto che uno scommettitore si può aspettare. Tuttavia, si spera possa fornire un'altra buona lezione agli scommettitori che provano a capire le loro aspettative di scommessa.

La chiave per diventare un vincitore con Pinnacle non è concentrarsi sui risultati (che possono essere decisi dalla fortuna o dalla sfortuna), ma concentrarsi sul valore e sul riuscire a battere le quote di chiusura. Questo articolo fornisce delle informazioni sulla frequenza con la quale si deve riuscire a farlo per raggiungere il proprio obiettivo.

Vuoi guadagnare scommettendo? Scopri cosa ci vuole per essere uno scommettitore professionista.

Risorse per le scommesse - Migliora le tue scommesse

La sezione Risorse per le scommesse di Pinnacle è una delle raccolte disponibili online più complete di consigli di esperti sulle scommesse. Organizzata per tutti i livelli di esperienza, il nostro obiettivo è semplicemente quello di permettere agli scommettitori di diventare più esperti.