mag 19, 2021
mag 19, 2021

Le più grandi sorprese nella storia della Copa America

Quali sono state le più grandi sorprese nella storia della Copa America?

Squadre che hanno ribaltato i pronostici in Copa America

Grandi sconvolgimenti, risultati a sorpresa, eliminazioni inaspettate e altro ancora

Le più grandi sorprese nella storia della Copa America

Nel corso dei suoi 105 anni di storia, la Copa America è stata testimone di molti risultati inaspettati, grandi sorprese ed eliminazioni impreviste. In vista del torneo di quest'anno, ecco una carrellata delle maggiori sorprese nella storia della Copa America, e le occasioni in cui le squadre hanno ribaltato nel modo più clamoroso i pronostici e le aspettative pre-partita.

La Bolivia conquista il trofeo in casa



Quando per la prima volta nel 1963 ospitò il Campionato Sudamericano (come era conosciuto allora il torneo), la Bolivia non era tra le favorite dei pronostici pre-torneo. I concorrenti includevano il Brasile, che aveva vinto la Coppa del Mondo consecutivamente nel 1958 e nel 1962, e l'Argentina, vincitrice di tre delle cinque precedenti edizioni. Il pareggio per 4-4 della Bolivia con l'Ecuador nella partita di apertura causò poi un'ulteriore diminuzione delle aspettative per questa squadra.

Tuttavia, proseguì poi vincendo ciascuna delle cinque partite rimanenti e giungendo in testa al proprio gruppo, fino a vincere il torneo. Tra i punti salienti di questa impresa ricordiamo un gol all'88° nella vittoria per 3-2 sull'Argentina e uno spettacolare incontro-thriller con nove gol in finale contro il Brasile, che fu superato per 5-4 confermando che la Bolivia era all'altezza di questo trofeo. Quella del 1963 rimane la prima e unica vittoria della Bolivia in questa competizione, e da allora solo in tre occasioni è andata oltre la fase a gironi.

Gli Stati Uniti umiliano l'Argentina nel 1995



Alla vigilia della loro ultima partita della fase a gironi della Copa America 1995, i campioni in carica dell'Argentina si ritenevano in una posizione tranquilla. Le convincenti vittorie su Bolivia e Cile implicavano che fosse necessario un solo punto contro la cenerentola del torneo, gli Stati Uniti, per restare in testa al gruppo C, e, presumibilmente, garantirsi un quarto di finale contro l'avversaria meno impegnativa tra quelle possibili.

Invece, gli Stati Uniti, che avevano perso 1-0 contro la Bolivia tre giorni prima, sfruttarono le lacune nella difesa dell'Argentina per batterla 3-0 e andare in testa al gruppo. I gol di Frank Klopas, Alexi Lalas ed Eric Wynalda condannarono l'Argentina all'imbarazzante sconfitta, poi aggravata dal sorteggio contro il Brasile nei quarti di finale, che la eliminò ai rigori.

Il Perù batte l'Argentina nel 1997



I tentativi dell'Argentina di evitare brutte sorprese in Copa America non sono andati molto meglio due anni dopo. La squadra di Daniel Passarella uscì imbattuta dal Gruppo A concedendo un solo gol agli avversari, e venne premiata con un quarto di finale contro il Perù, che era riuscito a superare la fase a gironi solo per la seconda volta negli ultimi sei tornei.

L'avventura dell'Argentina terminò bruscamente quando Eddy Carazas e Martin Hidalgo portarono in vantaggio il Perù per 2-0 e la favorita non fu in grado di agguantare il pareggio dopo il rigore trasformato da Marcelo Gallardo. Il Perù ha festeggiò un'inaspettata vittoria per 2-1 e, quasi a conferma che aveva fatto il passo più lungo della gamba, venne prontamente schiacciato per 7-0 dal Brasile in semifinale.

Un torneo ricco di sorprese nel 2001



L'intera Copa America del 2001 è stata un'esperienza ai limiti della follia. A seguito della controversa conferma che il torneo sarebbe iniziato con soli sette giorni di preavviso, il suo svolgimento produsse una raffica di risultati imprevisti.

Nella fase a gironi, Costa Rica e Honduras (nessuna delle due era tra i primi 45 del Ranking mondiale FIFA) conquistarono inaspettatamente i primi due posti del gruppo C, e gli honduregni riuscirono persino ad annichilire il Brasile per 2-0 nei quarti di finale.

Altrove, il Messico eliminò sia il Cile che l'Uruguay, facendo sì che, per la seconda volta nella sua storia, in finale vi fosse una squadra non-CONEMBOL. In finale incontrarono i padroni di casa della Colombia, che trionfarono per 1-0 vincendo la loro prima Copa America in un modo davvero impressionante, poiché riuscirono a non incassare nemmeno un gol in tutto il torneo. È giusto dire che, da allora, nessun'altra edizione del torneo è stata così assurdamente imprevedibile.

Il Messico rovina il debutto del Brasile nel 2007



Dopo quella che è stata concordemente considerata una partecipazione deludente alla Coppa del Mondo del 2006, ci si aspettava che l'anno successivo il Brasile tornasse a vincere la Copa America, e quindi la squadra fu correttamente indicata come favorita prima del torneo. La partita di apertura del gruppo B contro un Messico che era recentemente crollato al 20° posto nella classifica mondiale FIFA era considerata una grande opportunità per iniziare in modo perfetto questa competizione.

Tuttavia, quella sera un Brasile che vantava giocatori del calibro di Robinho, Maicon e Gilberto Silva riuscì a perdere per 2-0, senza mai saper rispondere ai gol di Nery Castillo e Roman Morales nel primo tempo. Il Messico sfruttò i benefici derivanti da una vittoria nella partita di apertura, sebbene poi il Brasile alla fine abbia vinto la Copa, dimostrando come questo trauma iniziale sia stato da sprone per dare il meglio nel resto del torneo.

Un poker di sorprese nei quarti di finale



Incredibilmente, tutti e quattro i quarti di finale della Copa America 2011 sono stati vinti dalle squadre sfavorite. Come al solito, Brasile e Argentina guidavano il mercato delle scommesse insieme a Cile e Colombia, ma nessuna delle quattro squadre è poi riuscita ad arrivare alle semifinali.

Invece, il Paraguay riuscì a bloccare il Brasile a un pareggio a reti inviolate per poi spuntarla ai calci di rigore, e l'Uruguay compì la medesima impresa battendo l'Argentina per 5-4 sempre ai calci di rigore. Il Perù ha sconfisse la Colombia per 2-0 con due gol nei tempi supplementari e il venezuelano Gabriel Cichero segnò la rete vincente all'80° eliminando il Cile.

L'Uruguay proseguì aggiudicandosi il trofeo, un fatto già di per sé scioccante dato che la squadra solo tre anni prima non era nemmeno nella Top 20 della classifica mondiale FIFA.

Il Brasile subisce un'eliminazione nella fase a gironi



Quando il Brasile arrivò alla Copa America Centenario del 2016 con una squadra piena di talenti, tra cui Phillipe Coutinho, Alisson e Casemiro, il suo gruppo con Ecuador, Haiti e Perù sembrava facilmente gestibile. Qualcuno rimase un po' sorpreso quando la partita di esordio contro l'Ecuador si concluse con un noioso 0-0, ma subito dopo il Brasile tranquillizzò tutti demolendo Haiti per 7-1.

Questo significava che un punto contro il Perù sarebbe stato sufficiente per garantire un posto nei quarti di finale, e tutto faceva presagire che fosse un obiettivo ampiamente alla sua portata. Tuttavia, i piani subirono uno sconvolgimento quando l'attaccante del Perù Raul Ruidiaz segnò l'unico gol della partita in modo controverso, in quanto al replay sembrava che avesse accompagnato la palla in rete con il braccio.

Questo risultato permise al Perù di scavalcare il Brasile nella classifica finale, mentre la vittoria dell'Ecuador per 4-0 contro Haiti fece sì che i quattro punti del Brasile fossero sufficienti solo per il terzo posto nel gruppo, impedendogli di partecipare alle fasi a eliminazione diretta della Copa America per la prima volta in 29 anni.

Non vedi l'ora che inizi la Copa America di quest'anno? Vinci a modo tuo dando un'occhiata alle ultime quote sulla Copa America 2021 su tutte le partite e tutti i gironi, sui mercati sul vincitore e molto altro ancora con Pinnacle.

Risorse per le scommesse - Migliora le tue scommesse

La sezione Risorse per le scommesse di Pinnacle è una delle raccolte disponibili online più complete di consigli di esperti sulle scommesse. Organizzata per tutti i livelli di esperienza, il nostro obiettivo è semplicemente quello di permettere agli scommettitori di diventare più esperti.