close
mar 28, 2017
mar 28, 2017

Strategia di scommessa sul golf: successo = talento + fortuna

Scopri perché la fortuna è un fattore importante di una strategia di scommessa sul golf

Come quantificare la fortuna quando si scommette sul golf

Analizzare la regressione alla media nelle scommesse sul golf

Strategia di scommessa sul golf: successo = talento + fortuna
Con la stagione 2017 di golf in pieno svolgimento gli scommettitori devono affinare la loro strategia di scommessa sul golf. A differenza di molti altri sport, la fortuna gioca un ruolo significativo nel determinare il risultato di una partita o di un torneo di golf. L'analisi di regressione può aiutare a comprendere come agisce la sorte in modo che chi scommette sul golf possa avere una preziosa panoramica. Continua a leggere per scoprire come quantificare la fortuna quando si sviluppa una strategia di scommessa sul golf.

Strategia di scommessa sul golf - L'incognita del green

La fortuna è un fattore importante quando si tratta di qualsiasi risultato sportivo, e nel golf questo vale più che in altri sport. Qualcuno potrebbe sostenere che sono le scommesse sul baseball quelle più influenzate dalla fortuna. Il famoso truffatore e giocatore Titanic Thompson ha riassunto questo concetto in maniera chiara: "Nel poker, nel biliardo e nei dadi bisogna fare attenzione al proprio gioco e a quello dell'avversario. Nel golf c'è anche da considerare il tempo". Ovviamente, le condizioni atmosferiche costituiscono uno dei tanti fattori che rende il golf uno sport difficile da pronosticare, avere la fortuna dalla propria parte può avere un enorme impatto quando si tratta di scommettere sul golf.

Nello sport la regola generale è che maggior è il numero di elementi che interagiscono tra loro (come le condizioni atmosferiche nel calcio) e più difficile sarà prevedere il risultato. Quando i giocatori sanno come scommettere sul golf, dovrebbero considerare i seguenti fattori:

  • Il golf è uno sport che si gioca all'aperto e quindi è soggetto all'imprevedibilità delle condizioni atmosferiche.
  • I tornei durano quattro giorni e ogni giocatore non inizia a giocare nello stesso momento, quindi è improbabile che i giocatori possano avere delle condizioni di gioco uguali.
  • Un campo da golf copre una distanza molto grande e presenta un gran numero di superfici di gioco.
  • Le posizioni delle bandiere, che sono il punto di riferimento dei golfisti, cambiano in ogni round.
  • Per quanto riguarda le scommesse il campo dei vincitori potenziali è più vasto rispetto ad altri sport.
  • Il formato del punteggio dei tornei a 72 buche è tale che un giocatore può essere in testa alla 71esima buca, ma perdere la sua posizione con l'ultima buca.

Con un numero così alto di variabili, determinate dal caso, che possono influenzare il punteggio di un giocatore di golf, non c'è da meravigliarsi che le scommesse su questo sport sembrano offrire delle quote molto alte. Un dato che è sottolineato dalle attuali quote per l'US Masters.

Nel poker, nel biliardo e nei dadi bisogna fare attenzione al proprio gioco e a quello dell'avversario. Nel golf c'è anche da considerare il tempo. Titanic Thompson, noto scommettitore


Nonostante il fatto che il numero di giocatori che dominano il ranking del circuito PGA e dell'European Tour siano pochi, 28 degli ultimi 43 vincitori dei major, a partire dai Masters del 2009, ne hanno vinto solamente uno. 
Per dimostrare ulteriormente questo dato si può osservare l'elenco degli sfavoriti che hanno vinto un major negli ultimi dieci anni e le particolari circostanze in cui l'hanno vinto:

Vittorie a sorpresa nei major di golf nell'ultimo decennio:

GiocatoreMajor di golfQuoteCircostanze eccezionali
Danny Willet US Masters 2016 101,000 Da quel momento non è mai riuscito ad andare oltre la 37esima posizione in un major
Darren Clarke British Open 2011 126,000 Nel major successivo che ha giocato, l'US PGA 2011 ha fatto registrare un handicap di +15 nei primi due turni
Keegan Bradley US PGA 2011 151,000 Debutto in un major
Louis Oosthuizen British Open 2010 201,000 Ha superato il taglio in 1 degli 8 precedenti major
Lucas Glover US Open 2009 201,000 Gli US Open più piovosi e con maggiori interruzioni nella storia del torneo; Glover non era mai riuscito a passare il taglio nei suoi tre tentativi precedenti
YE Yang US PGA 2009 151,000 Non era riuscito a passare il taglio in 5 dei precedenti 7 major
Michael Campbell US PGA 2005 151,000 Campbell dovette mettere a segno un putt da 180 centimetri per qualificarsi

Scommesse sul golf - Considerare il talento e la fortuna

Qualsiasi strategia di scommessa sul golf vincente è in grado di analizzare il talento e le capacità di un giocatore, ma anche comprendere come la fortuna può influenzare i suoi risultati. Il punto di vista di uno scommettitore non dovrebbe essere diverso da quello di un giocatore, qualcosa che si può riassumere in:

Successo = talento + fortuna

Se si accetta questo fattore nel mondo del golf, uno scommettitore terrà in considerazione la fortuna oltre all'handicap. Ma come si può quantificare l'elemento fortuna?

Un metodo potrebbe essere quello di comprendere l'importanza della regressione. Ad esempio, se si osservano i risultati dopo il primo round di qualsiasi major si potrebbe raggiungere la conclusione che i giocatori che hanno fatto registrare un punteggio sotto il par erano superiori alla media dei partecipanti in quella giornata, utilizzando un giudizio limitato. Con la nostra formula per il successo dovremmo considerare che la buona sorte può aver giocato un ruolo importante.

D'altra parte, però, i giocatori che fanno registrare un handicap sopra il par saranno giudicati come giocatori che hanno prestazioni sotto la media, ma anche in questo caso la cattiva sorte potrebbe aver avuto un suo ruolo. Questo può creare le seguenti affermazioni generiche:

Punteggio del primo round sopra la media:

Prestazione sopra la media + Fortuna

Punteggio del primo round sotto la media:

Prestazione sotto la media + Sfortuna

L'obiettivo delle scommesse sul golf è quello di fare delle previsioni accurate. Questo significa che dobbiamo utilizzare questa analisi per prevedere cosa può accadere nel secondo round. Se si dà per scontato che le prestazioni rimangono costanti, e sarebbe una mera presunzione, la fortuna diventa il fattore variabile, che non c'è modo di misurare in maniera esatta. L'unico modo è quello di provare a indovinare che sarebbe altamente improbabile che avesse lo stesso peso che ha avuto nel primo round.

È possibile sostenere che alcuni giocatori che hanno avuto prestazioni superiori alla media nel primo round giocheranno allo stesso modo nel secondo round, ma che la fortuna di cui hanno goduto non sarà la stessa e quindi il loro punteggio non sarà così sorprendente.

Anche il contrario può essere vero per quelli che hanno avuto prestazioni sotto la media nel primo round, il cui punteggio potrebbe migliorare marginalmente, secondo la media, perché non dovrebbero avere lo stesso livello di sfortuna.

Perché un gran numero di stelle che appaiono sulla copertina di Soprts Illustrated subiscono un declino di risultati? La risposta statistica è la regressione.

L'osservazione interessante per gli scommettitori è che la regressione suggerisce che i punteggi dei giocatori per il secondo round sono con molta probabilità più vicini al punteggio medio rispetto ai dati su cui si basano, vale a dire il primo round di quel giocatore. Questo è dovuto all'influenza della regressione alla media che dovemmo aspettarci in dimensioni più grandi quando si tratta di punteggi estremi.

È importante notare, tuttavia, che la regressione non garantisce nulla. Alcuni giocatori che hanno delle buone prestazioni nel primo round avranno gli stessi risultati o addirittura migliori nel secondo round, o viceversa. Mediamente, se accettiamo il ruolo della fortuna i punteggi avranno una regressione verso la media.

Regressione e maledizione di Sports Illustrated

Come indicato nell'articolo, abbiamo a che fare con l'aspettativa media, ma la regressione non è nient'altro che un fatto statistico, uno di quelli particolarmente fraintesi. Un ottimo esempio della regressione è mostrato dalla maledizione di Sports Illustrated, una leggenda metropolitana secondo la quale un gran numero di campioni che appaiono sulla copertina della famosa rivista subiscono un declino per quanto riguarda i loro risultati.

Tuttavia, questo non ha nulla a che vedere con le maledizioni, la realtà è molto più concreta e si può spiegare con una semplice regressione. Molti dei personaggi che finiscono sulla copertina devono aspettarsi un calo vertiginoso poiché le prestazioni che hanno consentito loro di finire sulle pagine delle riviste sportive sono estreme e statisticamente deve esserci un calo.

La regressione è certamente qualcosa che bisogna considerare quando si scommette sui principali tornei di golf, ma non durante la stagione intera in cui il talento dovrebbe riuscire ad avere la meglio rispetto alla fortuna. Questo è ancora più pertinente se si considerano periodi di tempo ancora più lunghi, come ad esempio plurivincitori di major come Tiger Woods.

Per quanto possa essere estremo il loro talento, questo non li protegge dall'impatto della fortuna su un periodo di tempo più breve in uno sport così difficile sia per chi lo pratica sia per chi ci scommette.

Ora che conosci il ruolo della fortuna puoi organizzare una strategia di scommessa sul golf e sfruttare le migliori quote online per gli US Master!

Risorse per le scommesse - Migliora le tue scommesse

La sezione Risorse per le scommesse di Pinnacle è una delle raccolte disponibili online più complete di consigli di esperti sulle scommesse. Organizzata per tutti i livelli di esperienza, il nostro obiettivo è semplicemente quello di permettere agli scommettitori di diventare più esperti.