close

Sfruttare la fallacia della mano calda nei mercati di scommesse sul calcio

Cosa c'è di sbagliato nell'ipotesi del mercato efficiente?

Misurare la forma delle squadre di calcio

Applicare la fallacia della mano calda ai mercati di scommesse sul calcio

Sfruttare la fallacia della mano calda nei mercati di scommesse sul calcio

Conosciuta prevalentemente per il suo utilizzo per i tiri liberi nella pallacanestro, la fallacia della mano calda è un concetto per nulla nuovo nello sport. Tuttavia, può essere applicato a diversi sport e può essere utilizzato come un fattore di una strategia di scommessa. Come funziona la fallacia della mano calda nelle scommesse sul calcio? Scoprilo continuando a leggere.

Molti dei miei precedenti articoli scritti per Pinnacle e molte delle argomentazioni nel mio libro Squares and Sharps, Suckers and Sharks: The Science, Psychology and Philosophy of Gambling considerano le scommesse sportive come qualcosa di molto difficile da decifrare.

Ho sostenuto che le quote, almeno nei mercati con maggiore liquidità (con un gran numero di scommesse), ad esempio le quote sulle partite di Premier League riflettano, generalmente, le probabilità reali dei risultati a cui si riferiscono. Per dirla in altri termini, queste quote sono efficienti, riflettono tutte le informazioni disponibili pubblicamente sulle due squadre di calcio. Una volta che il bookmaker ha sfruttato le sue conoscenze, gli scommettitori non saranno in grado di trovare un'aspettativa proficua.

Ovviamente possono verificarsi degli errori su una singola scommessa, ma su un gran numero di partite, a causa del fatto che le notizie sulle squadre di calcio arrivano in maniera casuale, i risultati delle scommesse per i clienti saranno affidati alla fortuna. Sul lungo periodo la fortuna e la sfortuna si annullano e solitamente questo comporta profitti per il bookmaker e perdite per la maggior parte dei clienti. 

Cosa c'è di sbagliato nell'ipotesi del mercato efficiente?

Negli ultimi decenni l'ipotesi del mercato efficiente è caduta, per certi versi, in disgrazia. Oggi sono in molti a sostenere che gli esseri umani non si comportino in maniera tale da causare una tale efficienza per quanto riguarda le quote a causa degli errori sistematici (non casuali) o delle convinzioni che fanno in modo che i mercati siano tutto fuorché razionali, scommesse incluse.

Un motivo, comunemente menzionato, è la nostra incapacità nel valutare correttamente probabilità grandi e piccole. In maniera specifica è stato osservato che le persone sistematicamente sopravvalutano/sottovalutano le possibilità che eventi improbabili/probabili possano accadere e questo fa in modo che si scommetta troppo/troppo poco sugli sfavoriti/favoriti. Non c'è da stupirsi che questa distorsione, che si basa sull'effetto della possibilità/certezza, è conosciuta come distorsione favorito/sfavorito. Questa distorsione è dominante in molti mercati di scommesse sportive da decenni.

La fallacia della mano calda

Il giudizio sbagliato sulle probabilità non è l'unico modo in cui le persone possono esprimere una distorsione in un mercato di scommesse. Un altro modo in cui le persone possono mostrare una distorsione sistematica è tramite la fallacia della mano calda, conosciuta anche come fallacia inversa dello scommettitore.

Si può avere un profitto scommettendo sulle quote di chiusura di Pinnacle su squadre relativamente meno in forma.

L'errore inizialmente nasce perché si sottovaluta la misura in cui è presente la casualità in un modello o in una striscia ripetitivi. Invece si preferisce fornire delle spiegazioni causali, pensate per allungarne la durata, a queste strisce.

La fallacia della mano calda fu coniata per primo da Amos Tversky e colleghi nel loro saggio del 1985 The Hot Hand in Basketball in cui mostravano che una persona pensa a una striscia positiva usando una concezione generale errata delle probabilità. Esprimendo tale fallacia si ignora l'influenza della regressione verso la media (la tendenza di una variabile ad avvicinarsi alla media in una misurazione successiva a una in cui i dati sono estremi).  

Questo principio non ci dice che i dati devono tornare nella media (l'ingannevole legge delle medie), ma che hanno la tendenza a farlo (la legge dei grandi numeri). La fortuna ha la tendenza a essere seguita da risultati che sono proporzionalmente meno fortunati. Lo stesso vale per la sfortuna. La frase "chi è in forma ha la tendenza a calare" è sostituita da "chi è in forma probabilmente manterrà questa forma più a lungo."

In che modo la fallacia della mano calda può influenzare un mercato di scommesse sul calcio?

Verosimilmente, quando una squadra ha una striscia di vittorie gli scommettitori lo noteranno. Questo comporterà maggiori somme di denaro piazzate su questa squadra nella sua prossima partita, abbassandone le quote sotto i valori che avrebbe avuto se non si fosse verificata la striscia positiva.

Ovviamente, una striscia positiva di una squadra può avere una causa tangibile come il fattore di sentirsi bene grazie alle precedenti vittorie. Tuttavia, questo fattore potrebbe essere sopravvalutato se gli scommettitori ignorano l'influenza della fortuna e cadono nella fallacia della mano calda. Quando è la probabilità a farla da padrone, ci si può aspettare che le sequenze abbiano una regressione verso la media più rapida.

In termini di squadre in forma con una striscia di risultati positivi questo implicherebbe che una squadra ha maggiori probabilità di iniziare a perdere superiori rispetto a quanto credono gli scommettitori, questo significa che le quote saranno più basse rispetto a quelle corrette. Al contrario squadre non in forma, ignorate, su cui non ci sono molte scommesse e quindi con quote più alte, avranno maggiori possibilità di tornare a vincere e quindi offrono la possibilità di un valore previsto positivo.

Misurare la "forma" delle squadre di calcio

Per verificare questa ipotesi abbiamo bisogno di calcolare quanto siano in forma o fuori forma le squadre. Un metodo per farlo è utilizzare le quote. Per assicurarci che le quote che stiamo utilizzando per i nostri calcoli siano il più corrette possibile bisogna togliere il margine di scommessa del bookmaker. In passato ho descritto in dettaglio diversi metodi per poterlo fare (in questo articolo ho utilizzato una metodologia con funzione logaritmica). 

Sembra esserci la ragionevole possibilità che esista un'inefficienza del mercato delle scommesse sul calcio a causa della fallacia della mano calda.

La forma si può misurare in modo da regolare il rischio che considera le quote assegnando a una squadra che ha vinto un punteggio di 1-1/quota, mentre alla squadra che ha perso (o a entrambe le squadre in caso di pareggio) il punteggio di -1/quota.

I punteggi delle partite consecutive di una squadra sono sommati per ottenere il punteggio della forma. Se le quote senza margine utilizzate per il calcolo sono accurate, l'aspettativa del mercato sul lungo termine è che il punteggio delle squadre sia zero. In termini di scommesse significa essere in pareggio. Di conseguenza, le squadre con strisce positive mostreranno punteggi positivi sul breve periodo, mentre quelle non in forma avranno un punteggio negativo.

Consideriamo l'esempio delle prime sei partite del Liverpool nella stagione 2016/17. La seguente tabella mostra le quote di chiusura di Pinnacle, le quote senza margine, il risultato della partita, il punteggio assegnato per quella partita e il punteggio della forma, aggiungendo i punteggi delle partite precedenti. 

Misurare la forma delle squadre di calcio

Squadra

Avversario

Data

Quote di chiusura

Quote senza margine

Risultato

Punteggio

Punteggio della forma

Liverpool

Arsenal

14/08/16

2,68

2,73

Vittoria

0,634

0,634

Liverpool

Burnley

20/08/16

1,51

1,52

Sconfitta

-0,656

-0,022

Liverpool

Tottenham

27/08/16

2,85

2,91

Pareggio

-0,344

-0,366

Liverpool

Leicester

10/09/16

1,68

1,70

Vittoria

0,412

0,046

Liverpool

Chelsea

16/09/16

3,52

3,60

Vittoria

0,722

0,768

Liverpool

Hull

24/09/16

1,25

1,26

Vittoria

0,206

0,975

Dopo sei partite il Liverpool era più in forma rispetto a quanto aveva previsto il mercato. Nella loro settima partita giocarono in trasferta contro lo Swansea che arrivò alla partita con un punteggio della forma negli ultimi sei incontri relativamente basso, -0,468. 

Sottraendo il punteggio dello Swansea da quello del Liverpool otteniamo un punteggio della partita di +1,442 che ci mostra quanto il Liverpool fosse più in forma rispetto allo Swansea. Viceversa, possiamo descrivere questa partita con un punteggio di -1,442, una misura che mostra quanto lo Swansea fosse meno in forma rispetto al Liverpool. In questo modo ogni partita può essere descritta da due punteggi numericamente opposti tra loro. 

Se la nostra ipotesi sulla fallacia della mano calda è corretta, scommettere sulle squadre relativamente meno in forma (con punteggio negativo) dovrebbe essere più proficuo (o nel peggiore dei casi meno perdente) rispetto a scommettere su squadre relativamente più in forma (con punteggio positivo). Quindi, in questo esempio avremmo scommesso sullo Swansea che aveva un punteggio in negativo di 1,442 rispetto al Liverpool. Se l'avessimo fatto avremmo perso la nostra scommessa, il Liverpool vinse 2-1. Ma una singola partita non ci dice nulla a livello statistico. Cerchiamo di capire se un campione di dati maggiore può corroborare la nostra ipotesi.

Verificare l'ipotesi della mano calda.

Per verificare la nostra ipotesi sulla mano calda ho analizzato, retrospettivamente, i dati sulle scommesse sulle partite di calcio delle ultime cinque stagioni complete (dalla 2012/13 alla 2016/17) di nove principali campionati europei (probabilmente quelli con i mercati con maggior liquidità), vale a dire la Premier League, la Championship, la League 1, la League 2, la Scottish Premiership, la Bundesliga, La Liga, la Serie A e la Ligue 1, un totale di 18.550 partite e 37.100 punteggi della forma.

In termini di squadre in forma con una striscia di risultati positivi questo implicherebbe che una squadra ha maggiori probabilità di iniziare a perdere superiori rispetto a quanto credono gli scommettitori, questo significa che le quote saranno più basse rispetto a quelle corrette.

Per perfezionare ulteriormente la mia metodologia ho considerato solamente le sei partite più recenti giocate da ogni squadra per calcolare il punteggio della forma di una squadra e il suo vantaggio relativo contro gli avversari. Questa scelta è puramente arbitraria.

Avrei potuto scegliere un campione più grande o più piccolo, ma anche in altri sistemi di valutazione delle partite, in cui si considera la forma recente come un fattore che vale la pena analizzare, sono utilizzate le ultime sei partite. Di conseguenza, per ogni stagione non ci sono punteggi per le prime sei partite, questo significa che le partite totali sono 15.820 e i punteggi da calcolare 31.640.

Scommettendo su tutte le 31.640 squadre in casa e in trasferta, con le mie quote prive di margine con una puntata regolata secondo il rischio (1/quote), si ha un ritorno di 100,35% della somma totale puntata, poco sopra le aspettative di finire in pareggio. Tuttavia se si dividono queste squadre tra quelle con un punteggio negativo (fuori forma) e quelle con un punteggio positivo (in forma) i ritorni saranno rispettivamente del 101,84% e del 98,99%.

Potrebbe non sembrare una grossa differenza, ma è poco significativo dal punto di vista statistico (p-valore=0,02, 2-campione, 1-coda del t test). Forse le scommesse nelle cinque stagioni rispettivamente sulle squadre in forma e quelle fuori forma, come mostrato nella seguente tabella, sono più significative. 

In-article-hothand1.jpg

I punteggi delle 31.640 partite hanno una forbice massima di ±5,89. Li ho raggruppati secondo la forma delle squadre in 12 categorie che contengono, generalmente, un numero limitato di dati. I dati sono mostrati nel seguente istogramma. Ragionevolmente c'è una forte relazione tra i punteggi delle squadre in forma e i ritorni. Minore è la forma di una squadra rispetto all'avversario e maggiori sono i ritorni dalle quote di scommessa senza margini.

In-article-hothand2.jpg

Ho ripetuto la serie di scommesse includendo solamente i punteggi all'interno di una forbice di ±1,50 (10,574 o 33% del campione totale). I ritorni per questi punteggi di squadre fuori forma e in forma sono stati rispettivamente di 104,83% e 97,36%. La differenza è più pronunciata dal punto di vista statistico (p-valore= -0,001)

In-article-hothand3.jpg

Naturalmente i bookmaker non hanno l'abitudine di far scommettere i loro clienti con quote senza margini e pur potendo utilizzare delle comparazioni delle quote per trovare le quote più vicine e, a volte, superiori, molti bookmaker hanno l'abitudine di limitare i clienti quando le sfruttano in maniera continua. Nonostante questo si può avere un profitto scommettendo sulle quote di chiusura di Pinnacle su squadre relativamente meno in forma, come mostrato nella seguente tabella. E ovviamente Pinnacle non applicherà limitazioni a nessun conto.

Verificare l'ipotesi della mano calda.

 -

Quote senza margine

Migliori quote del mercato

Quote di chiusura di Pinnacle

Non in forma

 -

Tutti i punteggi negativi

101,84%

102,48%

99,78%

Punteggi < -1,5

104,83%

105,69%

102,71%

In forma

 -

 -

 -

Tutti i punteggi positivi

98,99%

99,28%

97,11%

Punteggi > +1,5

97,36%

97,49%

95,52%

Andare oltre la fallacia della mano calda

Mentre la correlazione non implica mai una causalità (siamo molto bravi nel credere che degli schemi casuali abbiano un significato, specialmente quando si cerca un modo per guadagnare), sembra che esista un'inefficienza nel mercato delle scommesse sul calcio che è dovuta alla fallacia della mano calda. 

Sembra che gli scommettitori scommettano di più su squadre che di recente hanno avuto strisce di vittorie. Di conseguenza, squadre relativamente meno in forma possono fornire valore per quelli che non vogliono seguire la massa. Naturalmente questa interpretazione non deve essere considerata come un metodo sicuro per avere un profitto, ma piuttosto un esempio di come comprendere la psicologia di scommessa e le distorsioni sistematiche che ne conseguono potrebbero essere utilizzate per trovare un vantaggio.

Risorse per le scommesse - Migliora le tue scommesse

La sezione Risorse per le scommesse di Pinnacle è una delle raccolte disponibili online più complete di consigli di esperti sulle scommesse. Organizzata per tutti i livelli di esperienza, il nostro obiettivo è semplicemente quello di permettere agli scommettitori di diventare più esperti.