apr 2, 2020
apr 2, 2020

Il fenomeno della “mano calda”

L’indicatore definitivo del successo delle scommesse

Quando la fortuna vi sorride

Un giocatore sfortunato una volta, è sfortunato sempre?

Il fenomeno della “mano calda”

Il termine “mano calda” deriva dal basket: si ritiene che la probabilità che un giocatore trasformi un tiro libero sia maggiore dopo un canestro che dopo un errore nel tiro precedente. Nelle scommesse sportive, il termine è usato per descrivere uno scommettitore con una serie continuativa di vincite. Ma la misteriosa “mano calda” è scientificamente provata? Scopritelo continuando a leggere.

Una ricerca condotta da Juemin Xu e Nigel Harvey presso l’University College di Londra ha studiato l’effetto della mano calda, esaminando la storia delle scommesse di oltre 700 giocatori che hanno piazzato un numero complessivo di 565.915 scommesse nel corso del 2010. Continuate a leggere per scoprire se la convinzione rappresenta davvero una fallacia.

Quando la fortuna vi sorride

I ricercatori hanno esaminato il fenomeno delle serie di vincite nelle scommesse valutando la probabilità di vincita dopo diverse serie di vincite precedenti.

Nel primo campione casuale di scommesse la probabilità di vincita era di 0,48. Dopo aver esaminato la scommessa successiva degli stessi giocatori, la probabilità che i giocatori vincenti vincessero nuovamente era di 0,49. Invece, la probabilità che un giocatore perdente vincesse era di 0,47.

È iniziato a emergere uno schema quando sono stati esaminati i giocatori che avevano conquistato due vincite consecutive. La probabilità di vincere una terza scommessa di seguito è salita a un notevole 0,57. Al contrario, i giocatori senza una serie di vincite consecutive, hanno mostrato una probabilità di vincita di 0,45.

“Da un punto di vista statistico, i risultati in serie sono indipendenti l’uno dall’altro”

Verificando i risultati della scommessa successiva dei giocatori che avevano ottenuto tre vincite consecutive, la probabilità di una quarta vincita è salita di nuovo a 0,67. Tuttavia, i giocatori che non potevano contare sulla serie di precedenti fortunati hanno mostrato una probabilità di vincita solo di 0,45. 

Il modello è stato confermato anche successivamente, dimostrando che i giocatori con una serie di cinque scommesse vincenti avevano un’incredibile probabilità di vincita di 0,72, mentre i giocatori che avevano perso nell’occasione immediatamente precedente avevano una probabilità di vincita di 0,45.

L’esame delle scommesse successive ha mostrato ancora una volta una maggiore probabilità di vincita per i giocatori con sei vincite consecutive, con una probabilità di 0,75. Quelli che non potevano contare su una serie di scommesse fortunate avevano però una probabilità di vincita solo di 0,46. 

Infine, i giocatori che avevano vinto una serie di sette scommesse consecutive, hanno mostrato ancora una volta una maggiore probabilità di vincere la scommessa successiva di 0,76, mentre la probabilità di vincere per quelli che non avevano vinto nell’occasione precedente era di appena 0,47.

Un giocatore sfortunato una volta, è sfortunato sempre?

Nella seconda fase, la ricerca si è concentrata sulle serie di scommesse perdenti. La probabilità di vincere dopo una scommessa perdente è stata di 0,47, valore che è sceso a 0,40 dopo due scommesse perdenti consecutive. Ripetendo la stessa procedura, i ricercatori hanno scoperto che i giocatori con 3 scommesse perdenti consecutive avevano una probabilità di vincita solo di 0,32. Seguendo gli stessi passaggi, hanno scoperto che la probabilità di vincere dopo cinque, sei e sette scommesse perdenti di fila era rispettivamente di 0,27, 0,25 e 0,23.

I dati suggeriscono con una certa sicurezza l’esistenza di un effetto della mano calda nelle scommesse. Tuttavia, è vero che gli scommettitori con lunghe serie di vincite sono sempre più fortunati di altri o esiste un’altra spiegazione che si cela dietro la facciata della logica?

hot-hand-winning-probability-graph.jpg

La ragione nascosta

Da un punto di vista statistico, i risultati in serie sono indipendenti l’uno dall’altro. È quindi sorprendente che Xu e Harvey abbiano trovato prove a sostegno dell’effetto mano calda.

Nell’esperimento successivo, la ricerca si è concentrata su come il risultato di una scommessa incideva sulle quote della scommessa successiva. Nella prima fase, il livello medio delle quote selezionate di tutti gli scommettitori era di 7,72. Dopo la prima scommessa, tuttavia, sono stati osservati cambiamenti significativi.

I vincitori hanno mostrato la tendenza a scegliere scommesse di valore più basso, con la quota media che scendeva a 3,60. Man mano che le vincite consecutive continuavano, proseguiva anche la tendenza della scelta delle quote meno rischiose.

“Ciò che l’esperimento ha dimostrato è che, credendo nella fallacia del giocatore d’azzardo, gli scommettitori hanno determinato la propria fortuna”

È stato riscontrato il contrario per le scommesse perdenti. Chi aveva perso in più occasioni consecutive tendeva a selezionare quote più rischiose. Dopo sei scommesse vincenti di fila, il valore delle quote medie è sceso a 0,85, contro il 17,07 per gli scommettitori con sei scommesse perdenti di fila. 

Ciò che l’esperimento ha dimostrato è stato che, credendo nella fallacia del giocatore d’azzardo, gli scommettitori hanno determinato la propria fortuna. I vincitori temevano di non avere più fortuna e hanno selezionato quote più sicure. Diventando più avversi al rischio, i giocatori hanno aumentato la loro probabilità di vincita. Gli scommettitori perdenti, d’altra parte, hanno scelto quote più rischiose nella convinzione che la grande vincita li attendesse dietro l’angolo, aumentando ulteriormente le probabilità di perdere.

L’indicatore definitivo del successo delle scommesse

La grande incognita, ovviamente, è se i giocatori con vincite consecutive guadagnassero di più di quelli meno fortunati. Verificando i rendimenti complessivi degli scommettitori che avevano almeno una serie di sei scommesse vincenti di fila e di quelli che non l’avevano, la differenza ha mostrato che gli scommettitori senza serie raccoglievano guadagni leggermente superiori: i giocatori con una serie di vincite avevano una perdita media di 1,0078 € per ogni euro scommesso, mentre quelli senza serie registravano un valore quasi identico di 1,0077 €.

Quindi, che abbiate collezionato una serie di vincite o scommesse perdenti, ho un consiglio per voi. Non fidatevi delle apparenze.

Se vi è piaciuto questo contenuto, potreste essere interessati agli articoli sulla psicologia delle scommesse di Pinnacle.

 

Risorse per le scommesse - Migliora le tue scommesse

La sezione Risorse per le scommesse di Pinnacle è una delle raccolte disponibili online più complete di consigli di esperti sulle scommesse. Organizzata per tutti i livelli di esperienza, il nostro obiettivo è semplicemente quello di permettere agli scommettitori di diventare più esperti.